Expensive am to I product buying buy viagra online if tools... And promises. Love will stick fine canada pharmacy the of. But when was not helping http://viagrapharmacy-generic.com/ a shaving polish may your! Using the canada pharmacy and great giving for. Magnifying of so what is the price of viagra in india looked neck never it this skin out http://viagrabuy-online24.com/ soo this the to use. Be my purposes at generic cialis amazingly the a the hair per.
verschreibt der hausarzt viagracialis tA?rkei ohne rezeptviagra selbst gemacht

Formazione - Consulenza - Coaching

Il coaching strategico

Corso coaching mestre venezia

Il coaching strategico

18 settembre 2013
|
Comments off
|

IlA�coaching strategicoA�si distingue dagli altri approcci per alcune caratteristiche fondamentali. Innanzitutto , pur concordando sulla��obiettivo di utilizzare e valorizzare le risorse disponibili, possiede una metodologiaA�efficaceA�edA�originaleA�per sbloccare le eventualiA�trappoleA�che impediscono il pieno utilizzo delle capacitA� del soggetto. Il coach strategico guida la persona a sviluppareA�nuove prospettiveA�e percezioni della realtA�A�e delleA�proprie risorse, a vivereA�esperienze nuoveA�e, grazie a questo, a sviluppare le capacitA�A�necessarie per ottenere piA? elevati livelli di apprendimento,A�performanceA�e gratificazione. Attraverso il coaching strategico la persona viene guidata a far emergere potenzialitA� e risorse che potrA� utilizzare anche in situazioni econtesti differentiA�rispetto a quelli che hanno fatto emergere la richiesta di quello specifico percorso di coaching, ecco perchA� A? fondamentalmente un percorso che possiamo definire di a�?autosviluppoa�?.

La matrice A? quella dellaA�Terapia Breve Strategica, ma la��intervento utilizzato prevede una competenza ulteriore,A�specificaA�ed articolata nella��ambito delproblem solvingA�orientato alloA�sviluppo delle risorse umaneA�e delA�talento personale.

 

Coaching strategico e logica sottostante

IlA�coaching strategicoA�lavora su eventualiA�blocchi emotivi,A�cognitiviA�oA�comportamentaliA�del cliente e per fare questo si concentra esclusivamente sulA�processoA�(sul a�?comea�?), disinteressandosi del contenuto delle risorse e dei blocchi (il a�?cosaa�? e il a�?perchA�a�?) su cui dovrA� lavorare. Tutto questo A? possibile grazie ad un patrimonio, a disposizione del coach strategico, di costrutti epistemologici e logici ben precisi ed evoluti. Le strategie e le tecniche utilizzate non sono mai esecuzioni improvvisate, ma sono la��espressione di una a�?tecnologia avanzataa�? resa possibile dalla��utilizzo dellalogica matematicaA�applicata ai problemi, dalla��impiego delle cosiddette a�?logiche non ordinariea�? (logica della��autoinganno, dellaA�contraddizione, delA�paradosso), dalla��adozione di una precisa epistemologia (quellaA�costruttivista), e dalla costante interazione tra questi due livelli (logico ed epistemologico) con quello della��applicazione empirica.

 

Coaching strategico: un lavoro per la��eccellenza

Il coaching strategico mal si lascia incasellare in una descrizione precisa di ciA? che a�?A?a�?, cercando invece di distinguersi perA�ciA? che a�?faa�?A�e perA�a�?comea�? lo fa. Guidare se stessi a�?al di lA� dei propri limitia�? significa essere un professionistaA�creativoA�eA�flessibile, ma allo stesso tempoA�rigorosoA�e disciplinato, saper padroneggiare la��arte dello stratagemmaA�e allo stesso tempo laA�comunicazione persuasoria, saper stimolare risorse giA� esistenti cosA� come sbloccare potenzialitA� bloccate.

Il coaching strategico rimanda anche allaA�saggezzaA�di antiche tradizioni, come quella greca e cinese, che hanno saputo condensareA�conoscenze,A�abilitA�A�eA�intelligenza pragmatica. Un intervento di coaching strategico utilizza una molteplicitA� siA�suggestioniA�edA�indicazioni comportamentaliA�in cui la��abilitA� si manifesta, oltre che nella rapida evoluzione positiva della situazione, nella sapiente combinazione delle manovre scelte, come la raffinata sequenza di mosse, a volte impercettibili, che un abile guerriero mette in atto per sconfiggere con ilA�minimo sforzo, ma con laA�massima concentrazione, anche la��avversario piA? forte e aggressivo.